Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Categoria: ARRANGIAMENTO
Editore: Wakepress Edizioni
Pagine: 209
Prezzo: € 25,00
ISBN: 9788890596353
Anno: 2011
N° catalogo: INTERPLAY SERIES
Link: Link
  / 0
ScarsoOttimo 

L’arrangiamento impedisce all’individualismo del musicista di jazz di passare i limiti, e viceversa: l’improvvisazione impedisce che sorga una “musica del collettivismo di massa”. Sono parole di Joachim Berendt, che nel suo “Dal nuovo libro del jazz”, traccia le linee di demarcazione tra arrangiamento e improvvisazione nel jazz. E’ stato detto che il jazz è “la musica del collettivismo di massa” e al tempo stesso è ”la musica di un individualismo illimitato”. In realtà c’è forse più collettivismo nella musica sinfonica  europea in cui a volte anche 100 musicisti si piegano ad un’unica volontà musicale e per poter parlare di individualismo illimitato dovremmo riferirci ad una musica priva di leggi, regole, significati. E questo non è il caso del jazz che nella coesistenza di senso collettivo e libertà individuale realizza la propria posizione sociologica. L’arrangiamento è dunque paragonabile ad un fiume tra i cui argini scorre l’esperienza soggettiva dell’improvvisazione. Ma l’esperienza dell’improvvisazione non avrebbe vita se non realizzata nell’ambito di una “improvvisazione continuata e selezionata”, nel senso che l’assolo di un grande sassofonista(volendo fare un esempio) è sempre il frutto di un lavoro di prova, studio, selezione e sperimentazione. D’altra parte Stravinskij afferma che la composizione è “improvvisazione selettiva”.  Il musicista di jazz che crea un “chorus”, è al tempo stesso improvvisatore, compositore ed interprete e questa identità tra improvvisazione, composizione ed esecuzione è richiesta anche all’arrangiatore il quale aiuta a mettere ordine tra ciò che deve essere elaborato nell’improvvisazione e ciò che invece è già stato elaborato nell’arrangiamento-composizione (che è  improvvisazione selezionata). Dunque è chiaro che in un caso e  nell’altro, arrangiamento e improvvisazione, bisogna utilizzare strategie apprese strutturate su una grammatica musicale profondamente compresa ed elaborata. Risulta essenziale quindi in tal senso la pratica , in un  ambito che permetta all’arrangiatore di verificare la validità delle proprie idee messe su carta, con l’aiuto di interpreti e di solisti ,e al solista di formulare il proprio linguaggio improvvisativo nell’ambito di un tutto organizzato rappresentato dall’arrangiamento.

Ho avuto il piacere di collaborare dal vivo ed in studio con l'ensemble guidato dal dinamico ed ottimo musicista Sergio Di Natale. Il lavoro discografico da cui è tratto il progetto presente, rappresenta, nella mia modesta opinione, un chiaro esempio di ciò che può accadere se alla musica che ami, cerchi di dare tutte le tue energie per poter in qualche  modo trasformare alcune convenzioni di base, siano esse di natura formale, armonica o ritmica. In questo Sergio è stato rappresentativo ed encomiabile, raro è oggi in un
mondo governato da una sorta di "culturismo" musicale, scrivere e suonare "per" la musica a dispetto del successo di natura economica . La considerazione ulteriore consiste nell'affermare ancora una volta, che se le basi MMO o Aebersold sono servite ad intere generazioni di musicisti per apprendere, sperimentare e svolgere lavoro di ricerca, a maggior ragione, le strutture proposte da Sergio in questo volume sono realmente "contemporanee" ed utili per tutti i musicisti. Spesso complicazioni sul piano ritmico o sulle strutture armoniche, pur rimanendo sempre squisitamente musicali, mettono a dura prova chi pratica sia come sezionista che come solista.  Questa è un ulteriore sfida per progredire nella propria evoluzione musicale.

Pietro Condorelli
(titolare della cattedra di jazz del conservatorio di Napoli, docente “Siena Jazz”)

 

 

CONTENUTO DELL'OPERA
1 The preacher (H.Silver)
2 It don’t mean a thing (D.Ellington)
3 Ponytail (S.Swallow)
4 Bluesserge (S. Di Natale)


Partiture complete e spartiti sciolti per:
• Sax tenore (1-2)
• Sax alto (1-2)
• Sax baritono
• Tromba (1-2-3-4)
• Trombone (1-2-3-4)
• Piano (chitarra)
• Basso
• Batteria

Tags: INTERPLAY  

Tutte le pubblicazioni delle edizioni Wakepress. Metodi, spartiti, video didattici e le partiture degli album NoVoices Records.

CATALOGO GENERALE

Partiture e metodi con supporto audio allegato.

INTERPLAY SERIES

Metodi e pubblicazioni dedicate ai più piccoli. Favole e racconti da leggere e da ascoltare.

EDITORIA PER RAGAZZI

Scopri le attività e le note biografiche dei nostri autori

AUTORI

Etichetta discografica specializzata in produzioni di musica strumentale.

NO VOICES

Album realizzati in presa diretta, senza correzioni e tagli.

SOUND LIVE

Il pop ed il rock nella sua forma migliore

80055 RECORDS

Un piccolo grande spazio, a disposizione di coloro che vogliono creare musica di qualita

BLUESETTE RECORDING